A CHI É RIVOLTO

Il datore di lavoro è tenuto alla redazione del documento per la valutazione del rischio per le donne gestanti qualora egli abbia alle sue dipendenze una lavoratrice di sesso femminile, sia essa lavoratrice subordinata, parasubordinata, equiparata o autonoma in esclusiva.

 

SOPRALLUOGO

Il servizio verrà erogato con:
– Sopralluogo iniziale con identificazione e valutazione dei rischi presenti sui luoghi di lavoro
– In seguito all’identificazione di eventuali rischi, si stabilirà se gli stessi possano creare pericolo o pregiudizio alla salute della donna o del bambino
– Insieme al medico competente, verranno stabilite ed attuate misure per la tutela delle lavoratrici
SANZIONE E NORMATIVE
In caso di mancata redazione del suddetto documento, il datore di lavoro è punito con ammenda da 1.000 a 2.000 euro.
Art. 17 del D.Lgs 81/2008
Art. 28 del D.Lgs 81/2008