Il datore di lavoro dovrà procedere alla verifica per l’esposizione a gas radon qualora uno o più ambienti di lavoro siano situati in luoghi interrati o seminterrati.

SOPRALLUOGO

Il servizio verrà erogato con:
– Primo sopralluogo per analisi e raccolta dati, con disposizione dosimetri per rilevazioni
– Ritiro dosimetri e successiva redazione del documento riepilogativo dei dati raccolti
– In caso di livelli superiori ai limiti imposti dalla normativa, verranno indicate le misure di sicurezza da apportare sui luoghi di lavoro per far si che l’ambiente sia idoneo all’attività lavorativa.

 

SANZIONE E NORMATIVE

In caso di mancata verifica all’esposizione al gas radon, il datore di lavoro è punito con l’incarcerazione fino a 3 mesi o con ammenda da 2.600 a 10.000 euro
Art. 10 bis del D.Lgs 230/1995